Roma, tre giorni nella città eterna

Impossibile non scrivere un articolo parlando della capitale italiana, simbolo della nostra nazione, capitale sia geografica ma soprattutto culturale ed artistica.
Ma che cosa rende davvero unica e speciale una città come Roma al punto di poterle attribuire il soprannome di “Città Eterna”? Ogni angolo, ogni chiesa, ogni fontana, ogni monumento di Roma rappresentano un determinato momento storico e una determinata epoca artistica.
Roma è una città incantevole, dove poter rivivere la storia, viaggiare nel tempo e nello spazio; è ima città dove l’arte prende vita in forme e colori che impressionano e che regalano continuamente emozioni.

Visitare Roma in pochi giorni risulta quasi impossibile, servirebbe quasi un mese per ammirare tutti i suoi monumenti. Ma noi siamo riuscite ad estrapolarvi i luoghi che assolutamente non potete perdere, comprendendo anche ristoranti dove fermarvi per sgranchire le gambe e godervi perché no, anche la cucina romana, unica nel suo genere.

Primo giorno:

Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro, con la splendida e imponente cupola che svetta sopra i tetti di Roma, è il cuore della cristianità. Rappresenta uno dei luoghi più visitati della città eterna, sia per le bellezze artistiche che custodisce, sia come sede delle principali manifestazioni di culto cattolico. Vi consigliamo di acquistare i biglietti online, onde evitare lunghe code e, soprattutto, di arrivare la mattina presto, quando la folla di visitatori è ancora contenuta. Dopo aver fatto un giro all’interno della Basilica, indubbiamente suggestiva da ammirare dall’esterno è la Cupola di San Pietro che sa regalare un magnifico spettacolo, soprattutto se visitata dall’interno della Basilica, per non parlare poi della splendida visuale panoramica che regala sulla città di Roma, Piazza San Pietro, Castel Sant’Angelo e il fiume Tevere.
Orari: dal 1 ottobre al 31 marzo, dalle 7.00 alle 18.30. Dal 1 aprile al 30 settembre, dalle 7.00 alle 19.00

Cappella Sistina

Rappresenta la principale cappella del Palazzo Vaticano, chiamata così perché prende il nome da Papa Sisto IV che ha promosso la creazione. La Cappella non è solo la volta di Michelangelo e il suo Giudizio Universale, ma è il risultato di un lavoro a cui contribuiscono alcuni tra i più importanti artisti del XV e XVI secolo, tra cui spiccano Perugino e Botticelli. Cliccate qui per l’acquisto dei biglietti online.
Orari: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00

Musei Vaticani

Tra musei più grandi e importanti del mondo, i Musei Vaticani sono il 4° museo più visitato al mondo, con oltre 6 milioni di visitatori all’anno (anche se tecnicamente non si trovano in Italia, in quanto situati nello Stato della Città del Vaticano). Come sempre vi lasciamo direttamente il sito per acquistare i biglietti online, che vi consentirà anche di organizzare (sulla base del vostro tempo a disposizione) il miglior tour possibile.
Orari: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00

Castel Sant’Angelo

Noto anche con il nome di Mausoleo di Adriano, è senza dubbio una delle attrazioni più affascinanti che la Città Eterna possa aprire ai suoi turisti. Intrisa di storia, questa attrazione sita a pochi passi dal Vaticano, vanta anche la presenza di un importante museo, direttamente gestito dal Ministero dei Beni Culturali. Per godervi la visita senza aspettare, vi lasciamo il link per acquistare i biglietti online.
Orari: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30

Piazza Navona

Una delle più celebri piazze di Roma, fatta costruire dalla famiglia Pamphili. E’ sicuramente la più elegante e la più gioiosa piazza romana, ancora oggi punto di ritrovo per romani e turisti, che si trattengono nei molti caffè all’aperto che la circondano. Da non perdere la Fontana dei Quattro Fiumi e la Chiesa di Sant’Agnese in Agone.

Pantheon

“Il tempio di tutti gli dei”, uno dei massimi esempi dell’architettura e ingegneria romana. Tappa obbligatoria da vedere per chiunque visiti Roma. Pensate che si tratta dell’unico edificio della Roma antica ad essere intatto fino ad oggi e per essere ancora utilizzato per scopi religiosi. L’ingresso è gratuito. A pochi metri vi consigliamo di gustarvi uno dei caffè più buoni di Roma: Caffè Sant’Eustachio.
Orari: aperto tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 19.30. La domenica dalle 9.00 alle 18.00

Per il percorso su Google Maps del primo giorno clicca qui

 

Secondo Giorno:

Piazza del Popolo

Anticamera urbana tra le più belle al mondo, posta al vertice di un triangolo di vie noto come il Tridente (via del Babuino – via del Corso – via di Ripetta), costituisce il più grandioso accesso al cuore di Roma. Se siete in zona vi consigliamo di arrivare fino a Villa Borghese, uno dei parchi più grandi e centrali della città. Potrete fare un giro del parco a piedi, in bicicletta, in barca sul laghetto o in risciò. Questo è il posto ideale per godersi un po’ di verde nella capitale. Da Piazza del Popolo, tramite una salita, accederete alla vista panoramica su Roma dal Pincio; non potrà che lasciarvi un ricordo indelebile della capitale italiana.

Piazza di Spagna

l’eleganza è senza dubbio la caratteristica principale della piazza: la cornice offerta dai palazzi color ocra, la fontana del Bernini e la scalinata su cui si erige la chiesa Trinità dei Monti contribuiscono a creare un’atmosfera raffinata e settecentesca.

Trinità dei Monti

Una delle Chiese più fotografate di Roma. Il suo panorama ci offre una splendida vista sui tetti di Roma e una delle Piazze più belle: Piazza di Spagna
Orari: da martedì a sabato dalle 10.00 alle 19.00. Domenica: dalle 10.00 alle 17.00

Galleria Borghese

Un must per tutti gli amanti dell’arte, poiché si tratta di uno dei musei più belli del mondo. Al suo interno sono custodite delle opere incredibili, tra cui le più belle sculture del Bernini. Tenere però presente che la prenotazione è obbligatoria.
Orari: da martedì a domenica dalle 8.30 alle 19.30

Per il percorso su Google Maps del secondo giorno clicca qui

 

Una romantica passeggiata sul lungotevere

Terzo Giorno:

Fontana di Trevi

Il monumento, alimentato da uno dei più grandi acquedotti romani, raffigura un oceano su un cocchio a forma di conchiglia, trainato da cavalli marini, guidati da tritoni. Prima di allontanarvi non dimenticate di lanciare una monetina nella fontana, vi assicurerà il ritorno nella città eterna. Se invece siete in cerca del grande amore allora gettatene una seconda, una terza, per essere sicuri di convolare presto a nozze.

Piazza Venezia

Situata ai piedi del Campidoglio, dove si incrociano cinque fra le più importanti strade della capitale: via dei Fori Imperiali, via del Corso, l’asse via C.Battisti – via Nazionale, l’asse via del Plebiscito – corso Vittorio e via del Teatro di Marcello.

Fori Imperiali

Una delle aree archeologiche e storiche più famose e contemporaneamente affascinanti di tutto il mondo. La passeggiata che parte dal Colosseo per finire a Piazza Venezia lascia spesso la bocca aperta ed emoziona anche il turista più esperto.

Colosseo

Senza dubbio il monumento italiano più conosciuto, visitato e fotografato da turisti provenienti da ogni angolo della Terra. Pensato per essere teatro di scontri tra gladiatori; oggi invece, questa imponente struttura è semplicemente simbolo della magnificenza dell’Impero Romano. Come sempre pochi ma utili consigli, come l’acquisto dei biglietti online, in quanto, sin dal mattino si prospettano lunghe code per entrare. Pagando un sovrapprezzo di €5,50 avrete anche la possibilità di prendere un’audio-guida, cosa che consigliamo vivamente.
Orari: dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio dalle 8.30 alle 16.30. Dal 16 febbraio al 15 marzo dalle 8.30 alle 17.00. Dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo dalle 8.30 alle 17.30. Dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto dalle 8.30 alle 19.15. Dal 1 al 30 settembre dalle 8.30 alle 19.00 Dal 1 al 31 ottobre dalle 8.30 alle 18.30

Colle Palatino

Uno dei sette colli di Roma e secondo la leggenda fu proprio sul Palatino che nacquero Romolo e Remo, fratelli allattatati dalla lupa che poi divennero i fondatori della città.
Orari: dalle 8.30 alle 17.00 (autunno-inverno), dalle 8.30 alle 19.00 (primavera-estate)

Bocca della Verità

Antico mascherone con le sembianze di un volto maschile con barba; occhi, naso e bocca sono forati per fare defluire l’acqua. Icona immortale della Vacanze Romane di Audrey Hepburn, la Bocca della Verità è legata a tantissime leggende, la prima nata nel Medioevo: se si mente, tenendo la mano nella bocca della scultura, questa la mozzerà!

Circo Massimo

Antico circo romano, dedicato alle corse di cavalli, costruito a Roma. Situato nella valle tra il palatino e l’Aventino, è ricordato come sede di giochi sin dagli inizi della storia della città.

Giardino degli Aranci

Tra i luoghi più suggestivi e romantici di Roma, il Giardino degli Aranci è sicuramente uno di questi, grazie alla sua invidiabile posizione, che permette di ammirare dall’alto una buona parte di Roma. Lo sguardo spazia dal Tevere, ai Templi del Foro Boario, da Santa Maria in Cosmedin, fino al Gianicolo e l’inconfondibile e imponente sagoma della Cupola di San Pietro. Inoltre, proseguendo per il giardino vi è la Villa del Priorato di Malta. Se la porta è chiusa troverete sicuramente delle persone in fila. Stanno aspettando di poter poggiare l’occhio sul grande portone e di guardare attraverso il buco della serratura. Pochissime persone lo sanno ma da qui si può ammirare una splendida prospettiva della Cupola di San Pietro, una vista emozionante sia di giorno che di notte.

Per il percorso su Google Maps del terzo giorno clicca qui

 

La meravigliosa Piazza Venezia durante il periodo natalizio

Tips

Se avete del tempo a disposizione, il nostro consiglio è quello di recarvi all’EUR, che prende proprio il nome dalla manifestazione internazionale (Esposizione Universale Romana). Fra le più belle costruzioni che animano il quartiere Eur, tipiche manifestazioni dell’architettura fascista, sono: il Palazzo della Civiltà del Lavoro (chiamato anche “Colosseo Quadrato”, in quanto i suoi ordini d’archi sovrapposti ricordano concettualmente proprio il Colosseo) e il Palazzo dei Congressi. Inoltre, date un’occhiata alla Basilica dei Santi Pietro e Paolo, chiesa impossibile da non notare, visto che troneggia su tutto il quartiere.

Consigli su dove mangiare:

Colazione

  • Le Levain: piccola boulangerie che sforna soffici baguette, le torte e la pizza al taglio, cornetti preparati in osservante stile francese, soprattutto il cornetto farcito con la pasta al pistacchio, da provare.
    Indirizzo: via Luigi Santini, 22/23
  • Santi Sebastiano e Valentino: ambiente romantico, caldo, accogliente, perfetto per chi vuole fare colazione con tranquillità, perfino in centro.
    Indirizzo: via Tirso, 107
  • Pasticceria Bompiani: guidata da Walter Musco, qui troverete solo creazioni prodotte con materie prime di altissima qualità, dolci tradizionali e golosità più estrose soprattutto nei periodi delle festività ma non solo.
    Indirizzo: via Benedetto Bompiani, 8
  • Bakery House: se ricercate un locale super instagrammabile questo fa al caso vostro. Pancakes, franch toast, cupcake e la possibilità di fare anche una super colazione salata. Un ottimo modo per gustare una colazione in stile americano.
    Indirizzo: via Riano, 11

Pranzo

  • Roscioli: ristorante e salumeria. Il locale è all’interno di una salumeria, i tavolini sono tra formaggi e prosciutti.
    Indirizzo: via dei Giubbonari, 2
  • Terre e Domus: enoteca provinciale romana. Prenotate e chiedete il tavolo vista Colonna Traiana. Ottima cucina (tipica e il menù cambia spesso) e i vini (del territorio).
    Indirizzo: Foro Traiano, 82
  • Felice a Testaccio: considerato un’istituzione a Roma, rinnovato da qualche anno. Non potete non ordinare i tonnarelli cacio e pepe. Di secondo, saltimbocca alla romana o, se gradite, coratella con i carciofi.
    Indirizzo: via Mastro Giorgio, 29
  • Tonnarello: situato nel cuore di Trastevere, è un ristorante dall’atmosfera familiare e accogliente che propone i migliori sapori della cucina romana.
    Indirizzo: via della Paglia, 1

Cena

  • Trecca – Cucina di Mercato: situato nel quartiere Ostiense, un locale oltre che familiare informale, caratterizzato da piatti romani della vera tradizione. Ottimi prodotti, primo tra tutti una sublime carbonara.
    Indirizzo: via Alessandro Severo, 222
  • Il Fungo: il locale si trova al roof della costruzione “Il Fungo” nel quartiere residenziale dell’EUR di Roma. Di notte si gode una vista bellissima a 360°. Il servizio è ottimo e il menù “nouvelle cousine”. Ideale per cenette intime e ricorrenze.
    Indirizzo: piazza Pakistan, 1
  • Da Romolo: la location è stata ristrutturata da poco ed è molto bella, i piatti sono ottimi. Si mangia anche fuori orario.
    Indirizzo: vicolo del Campanile, 12
  • Lo Scopettaro: una delle trattorie più antiche e famose di Roma; oltre che alla carbonara e alla coda alla vaccinara, potrete gustare la pasta all’amatriciana, la cacio e pepe

Locali per la sera

  • The Corner: non solo ristorante, il The Corner è anche un cocktail bar, una fantasiosa carta di drink, omaggio dello staff del bar allo chef e alla sua brigata. 12 drink che raccontano 12 personalità, da assaporare in un ambiente intimo ed accogliente, che si affaccia su una raffinata terrazza lounge.
    Indirizzo: viale Aventino, 121
  • Drink Kong: si entra da due grandi porte e “sbam!”, ad accogliere la platea uno scenografico boccascena fatto tutto su misura, un grande specchio, mensole e sgabelli. Un bancone studiato nei minimi dettagli con tre postazioni. Il menù è suddiviso in colori, ad assecondare totalmente l’istinto.
    Indirizzo: piazza S. Martino ai Monti, 8
  • The Sanctuary: uno dei locali migliori che possiamo trovare qui a Roma e soprattutto nel centro di Roma, a due passi dal Colosseo. Questo locale è un capolavoro, un posto magico. Un’ambientazione diversa, molto diversa dal solito. Locale circondato da vegetazione, palme e tutto l’ambiente esotico che fa invidia alle altre location.
    Indirizzo: via delle Terme di Traiano, 4A
  • Terrazza Borromini: la veduta che si può ammirare è unica al mondo, come unica è l’opportunità di prendere un aperitivo davanti alla Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, visitare gli affreschi del Palazzo o semplicemente affacciarsi su Piazza Navona.
    Indirizzo: via di Santa Maria dell’Anima, 30/A

Parma, una gita fuori porta

Non fidatevi di chi vi dice che per conoscere Parma bastano solo poche ore. Non è una meta di passaggio da liquidare con un giro veloce in centro ma un luogo perfetto per una piacevole gita fuori porta. E’ una bella città italiana, ricca di monumenti importanti, diverse chiese da non perdere, un museo eccellente e una cucina che bisogna assolutamente provare almeno una volta nella vita. Abbiamo deciso di trascorrere una giornata intera a Parma prendendo il treno, con partenza da Milano Centrale e in solo un’ora e mezza siamo arrivate a destinazione.

Dalla stazione vi elenchiamo qui di seguito il percorso che abbiamo scelto di seguire in un giorno:

Palazzo della Pilotta

Si tratta di un complesso di edifici che si ergono nel centro storico di Parma. All’interno del Palazzo della Pilotta ci sono differenti visite che potete scegliere di fare, noi abbiamo visitato solamente il Teatro Farnese di cui vi parliamo al punto sotto.
Orari: da martedì a sabato dalle 8.30 alle 19.00. Domenica e festivi: dalle 13.00 alle 19.00

Teatro Farnese

Teatro diventato subito un esempio per tutto il mondo. Per l’epoca in cui è stato costruito (1616) il teatro è un esempio di creatività e tecnica: l’impianto scenico era mobile, i personaggi potevano essere calati dall’alto e c’era un ingegnoso sistema per l’allagamento scenico della cavea. Inoltre, la caratteristica principale è che è un teatro totalmente in legno, per cui l’impatto visivo è molto suggestivo.
Orari: da martedì a sabato dalle 8.30 alle 19.00. Domenica e festivi: dalle 8.30 alle 14.00

Camera di San Paolo

Contiene un capolavoro del Rinascimento italiano sconosciuto alla maggior parte delle persone. Chiamata anche Camera della Badessa, affrescata da Correggio nel 1519.
Orari: da martedì a sabato dalle 13.10 alle 18.20

Piazza del Duomo

Una delle più belle piazze d’Italia e forse del mondo. In un insieme armonico e perfettamente conservato, il Duomo, il Battistero e il Palazzo Vescovile creano una scenografia unica e raccontano 1.000 anni di storia di questa città emiliana. Quando entrate nel Battistero alzate lo sguardo e ammirate la cupola, è veramente stupenda! L’ingresso alla cattedrale è gratuito, invece, per entrare al Battistero il ticket costa 8 euro.
Orari Cattedrale: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.30
Orari Battistero: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00

Monastero di San Giovanni

Formato dalla chiesa, dal convento e dalla storica farmacia di San Giovanni. La visita è assolutamente da non perdere in quanto è uno dei tesori più affascinanti di questa città. L’ingresso è libero.
Orari Chiesa: tutti i giorni dalle 8.30 alle 11.45 e dalle 15.00 alle 18.00
Orari Monastero: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.00 alle 11.45 e dalle 15.00 alle 17.00

Teatro Regio

Tempio della musica in Italia e nel mondo. Infatti, Parma è da secoli considerata una “città della musica” e i suoi appassionati sono riconosciuti come i più competenti ed esigenti del mondo.
Orari: da martedì a sabato dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00 

Per il percorso su Google Maps clicca qui

 

Dove Mangiare

Ecco siamo giunti al momento che forse vi interessa di più… il cibo! Si perché a Parma come molti di voi già saprete si mangia divinamente. Vi elenchiamo cinque posti buonissimi in cui vale la pena pranzare o, se avete la disponibilità, anche cenare.

  • Trattoria Sorelle Picchi: questo è il posto che abbiamo scelto noi per pranzo, eccezionale! Difatti il locale è accogliente e propone piatti della cucina tipica parmigiana, tra cui tortelli d’erbetta o di zucca, cappelletti e salumi. Inoltre la cucina è prevalentemente casalinga con predilezione per i primi piatti e i dolci. Situato nel centro storico. Per una gita fuori porta a Parma questo è assolutamente nella to do list!
    Indirizzo: Strada Luigi Carlo Farini, 27
  • Trattoria del Tribunale: nel cuore della città, in un edificio di pietra con un’atmosfera molto raffinata e piacevole. In questo locale prediligono piatti di cucina locale con prodotti freschi richiamando le antiche tradizioni.
    Indirizzo: Vicolo Politi, 5
  • Ristorante “Leon d’Oro”: considerato un luogo d’altri tempi dove mangiare come se si fosse a casa la domenica. Il menù tipicamente tradizionale ha di caratteristico anche i salumi, così come i bolliti, gli arrosti e i dolci. Ottimi i tortelli di zucca e di castagne.
    Indirizzo: Viale Antonio Fratti, 4
  • Pepèn: non è un ristorante, ma qui fanno i panini più famosi e più buoni di Parma. Il loro panino speciale è indubbiamente l'”Arrosto Spaccaballe” (arrosto di maiale e maionese, ketchup, foglia di insalata, pomodori e peperoncino), molto amato sia dai turisti che dagli abitanti del posto. Da provare!
    Indirizzo: Borgo Sant’Ambrogio, 2 

Firenze, due giorni nella “culla del Rinascimento”

Firenze è un vero e proprio museo a cielo aperto, una città d’arte spettacolare, non c’è dubbio, da visitare in qualunque stagione dell’anno, da soli o in coppia, con i bambini o con gli amici: qualunque sia il vostro viaggio, a Firenze, ci sono alcune cose assolutamente da non perdere in un weekend.

Se avete a disposizione un solo weekend, vi consigliamo qui di seguito tutti i vari posti assolutamente da visitare.

Primo Giorno:

Basilica di Santa Maria Novella

Se decidete di recarvi a Firenze in treno, arriverete alla stazione di Santa Maria Novella. Come primo punto vi consigliamo di vedere la basilica, che non è generalmente tra la top list dei 10 luoghi da visitare a Firenze ed è un vero peccato. Noi personalmente raccomandiamo vivamente di visitarla. Architettonicamente è una delle chiese più importanti in stile Gotico in Toscana.
Orari: da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 17.30. Venerdì dalle 11.00 alle 17.30. Sabato: dalle 9.00 alle 17.30. Domenica e festività religiose: dalle 12.00 alle 17.30 (periodo luglio-settembre) e dalle 13.00 alle 17.30 (periodo ottobre-giugno).

Galleria dell’Accademia

La Galleria ospita molte importanti opere d’arte, ma è famosa principalmente per le sculture di uno dei più grandi artisti del Rinascimento: Michelangelo. Vi consigliamo sempre l’acquisto dei biglietti online per evitare le lunghe code.
Orari: da martedì a domenica dalle 8.15 alle 18.50.

Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Più comunemente definito “Duomo di Firenze” è la terza chiesa (dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra) più grande d’Europa. Per evitare lunghe code vi consigliamo l’acquisto dei biglietti online, comprensivi di cupola, cripta, battistero, campanile e Museo dell’Opera del Duomo.
All’interno del Duomo potrete ammirare la Cupola di Brunelleschi, progettata da Filippo Brunelleschi. Preparatevi a salire un bel po’ di gradini (per la precisione 436) e no, non c’è nessun ascensore, quindi armatevi di pazienza perché la fatica verrà ripagata dalla vista su tutta Firenze dell’alto.
Orari: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 17.00. Giovedì dalle 10.00 alle 15.30. Sabato dalle 10.00 alle 16.45. Domenica e festivi dalle 13.30 alle 16.45.

Campanile di Giotto

Rappresenta una delle più grandi testimonianze dell’architettura gotica fiorentina. Rivestito di marmi bianchi, rossi, verdi, fu iniziato da Giotto nel 1334.
Orari: tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.00

Battistero di San Giovanni

Dedicato al patrono della città di Firenze, esso sorge di fronte alla cattedrale di Santa Maria del Fiore, in piazza San Giovanni. L’acquisto dei biglietti online comprende anche la visita alla cattedrale, la cupola, la cripta, il battistero, il campanile e il Museo dell’Opera del Duomo.
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 10.15 e dalle 11.15 alle 19.30. Sabato: dalle 8.15 alle 18.30. Domenica dalle 8.15 alle 13.30.

Galleria degli Uffizi

Rappresenta il museo più famoso di Firenze e uno dei più importanti al mondo. Risale al 1560 e, per volere di Cosimo I de’ Medici, è destinato a ospitare gli uffici (uffizi) amministrativi e giuridici della città. Per prenotare i biglietti online cliccate qui.
Orari: da martedì a domenica, dalle 8.15 alle 18.50.

Corridoio Vasariano

Non tutti ne sono a conoscenza ma al primo piano della Galleria degli Uffizi vi è un portone dietro il quale si trova il Corridoio Vasariano, costruito per unire il Palazzo degli Uffizi con il Palazzo Pitti. D’altra parte, la visita guidata al Corridoio è organizzata richiedendo un’apertura straordinaria e viene quindi effettuata in esclusiva per il gruppo di visitatori prenotati che avranno la possibilità di visitare il corridoio Vasariano in assoluta tranquillità. In particolare, il tour è disponibile tramite l’ingresso al corridoio con la visita guidata all’interno della stesso della durata di circa un’ora, oppure comprendendo anche la visita alla galleria degli uffizi che precede l’ingresso al Corridoio Vasariano (della durata di circa 3 ore). Per informazioni vi lasciamo il sito di riferimento.

Palazzo Pitti

E’ stata la residenza del Granducato di Toscana, già abitata dai Medici, dagli Asburgo-Lorena e, dopo l’Unità d’Italia, dai Savoia. Per prenotare i biglietti online cliccate qui.
Orari: da martedì a domenica dalle 8.15 alle 18.50.

Per il percorso su Google Maps del primo giorno clicca qui

 

Secondo Giorno:

Santa Croce

Questa lunga piazza rettangolare, delimitata da larghe panchine in pietra, è uno dei punti di ritrovo più amati e frequentati dai fiorentini, sia per i numerosi locali e ristoranti che affollano le strade circostanti, sia per la vicinanza con la Biblioteca Nazionale, o per le frequenti manifestazioni (tra le più celebri il “calcio in costume”) che si tengono annualmente. Inoltre, in questa piazza da non perdere anche la Basilica, una delle più grandi chiese francescane e una delle massime realizzazioni del gotico in Italia.

Piazza della Signoria

Rappresenta la piazza più importante di Firenze, situata tra Piazza del Duomo e il fiume Arno. Oltre ad essere la piazza più bella di Firenze è uno dei luoghi più vitali della città. Durante tutto l’anno, soprattutto nelle notti più calde, i fiorentini e i turisti raggiungono la piazza per ascoltare gli artisti di strada che la utilizzano come palcoscenico. Nella piazza sono situati anche Palazzo Vecchio, la Loggia dei Lanzi (piccolo museo all’aria aperta), Fontana di Nettuno, Statua equestre di Cosimo I.

Palazzo Vecchio

Uno dei palazzi più conosciuti al mondo. Simbolo della città di Firenze, insieme a Santa Maria del Fiore e al David di Michelangelo e da sempre sede del governo cittadino. Oggi ospita la sede del Comune della città e un preziosissimo museo. L’ingresso al Palazzo Vecchio è affiancato da una copia del David di Michelangelo (l’originale è nella Galleria dell’Accademia). Vi lasciamo il link per prenotare la visita.
Orari: aprile – settembre tutti i giorni (escluso il giovedì) dalle 9.00 alle 23.00. Giovedì: dalle 9.00 alle 14.00. Ottobre – marzo: tutti i giorni (escluso il giovedì) dalle 9.00 alle 19.00. Giovedì: dalle 9.00 alle 14.00.
Se inoltre siete scaramantici vi consigliamo di passare nelle vicinanze della piazza alla Fontana del Porcellino, chiamata così in quanto raffigura un cinghiale. La tradizione popolare vuole che toccare il naso del Porcellino porti fortuna. La procedura completa per ottenere un buon auspicio consisterebbe nel mettere una monetina in bocca al Porcellino dopo averne strofinato il naso: se la monetina cadendo oltrepassa la grata dove cade l’acqua porterà fortuna, altrimenti no. Se siete quindi scaramantici vi consigliamo di fare un salto! Inoltre, nelle vicinanze potrete entrare nella casa di Dante (vi lasciamo anche il link per ogni informazione per entrare nel museo), al cui interno troverete, oltre che numerosi pannelli esplicativi sulla Divina Commedia, anche riproduzioni di documenti sul poeta e modellini che mettono in luce alcuni aspetti della sua vita.

Ponte Vecchio

E’ uno dei simboli della città di Firenze e uno dei ponti più famosi del mondo che attraversa il fiume Arno. Non appena arrivati a Ponte Vecchio, la prima cosa che dovete fare è alzare gli occhi verso l’alto e ammirare lo spettacolare corridoio Vasariano. Per l’esattezza, il corridoio passa proprio sopra i negozi degli orafi che oggi sono collocati ai due lati del ponte.

Piazzale Michelangelo

Da vedere assolutamente, in quanto godrete di una vista panoramica di tutta la città dall’alto. Affacciandosi alla ringhiera di pietra che lo circonda, il panorama del piazzale regala una vista suggestiva. Ve la consigliamo sicuramente durante il tramonto, perchè è un posto romanticissimo. Sul cucuzzolo della città di Firenze, ancora più in alto di Piazzale Michelangelo, svetta la Basilica di San Miniato. Una ripida scalinata vi porterà al cospetto di una delle chiede più affascinanti di tutta Firenze. Se poi avete del tempo a disposizione, vi consigliamo di passeggiare al Giardino delle Rose, aperto ogni giorno dell’anno, con una vista indimenticabile su Piazzale Michelangelo.

Giardini di Boboli

Concludiamo la nostra guida con i giardini di Boboli, che rappresentano uno dei più bei parchi storici di Firenze, dimora residenziale di Palazzo Pitti. Collegano il celebre palazzo di Firenze con il Forte Belvedere.

Per il percorso su Google Maps del secondo giorno clicca qui 

 

Tramonto a Piazzale Michelangelo

Consigli su dove mangiare:

Colazione

  • La Mènagère: ex negozio per la casa trasformata in un locale alla moda, questo posto in pieno centro è davvero molto carino, e mixa con nonchalance bar, ristorante e un corner dedicato ai fiori. Tuttavia, è consigliato preferibilmente per la colazione o la merenda, ma, si possono anche mangiare piatti della cucina italiana. Fateci un salto anche solo per una foto instagrammabile!
    Indirizzo: via de’ Ginori, 8/R
  • Caffè Neri: a due passi da Ponte Vecchio potrete degustare la colazione con gli squisiti dolci realizzati dal pasticcere Simone Bellesi, vero e proprio maestro della schiacciata fiorentina. Ottime anche le brioches, cannoli e cantucci.
    Indirizzo: via dei Guicciardini, 3/5/R
  • S. Forno: se avete voglia di un locale con un arredamento ben curato, prodotti genuini e tanta cordialità S. Forno fa al caso vostro. Potrete mangiare panini con gocce di cioccolato, muffin, brownies, biscotti e tanto altro.
    Indirizzo: via Santa Monica, 3/R
  • Ditta Artigianale: uno dei migliori caffè di Firenze. Ex cinema adesso è una caffetteria che offre una selezione accuratissima di miscele di qualità unita a croissant, muffin e altre delizie fatte ad arte.
    Indirizzo: via dei Neri, 32/R
  • Paszkowski: nato come Caffè Centrale, poi birreria, oggi rappresenta uno dei migliori caffè storici di Firenze. Difatti, nel 1991 fu dichiarato Monumento Nazionale, solo per questo vale la pena entrarci.
    Indirizzo: piazza della Repubblica, 31-35/R

Pranzo

  • All’Antico Vinaio: decretato tra i migliori street food d’Italia. Infatti troverete panini di ogni genere, anche per i palati più sopraffini. D’altro canto, preparatevi per le lunghe code, ma ne vale davvero la pena.
    Indirizzo: Via Dei Neri, 65R
  • Mercato Centrale: da non perdere, soprattutto se siete amanti dei mercati cittadini, magari proprio per l’ora di pranzo. Ristrutturato di recente al primo piano, più commerciale e meno tipico ma pur sempre valido, è una delle istituzioni fiorentine da sempre. Perdetevi tra i banconi del pianterreno, dove potete fare scorta di vino, formaggi e salumi locali, panino con il lampredotto e varie altre delizie da portare via o consumare direttamente lì.
    Indirizzo: via dell’Ariento
  • Cacio Vino Trallallà: bistrot toscano che non potete assolutamente farvi scappare. Questo ristorante è dotato di soli quattro tavoli, quindi è sempre consigliato prenotare e il suo menù è fatto esclusivamente di piatti locali, dai più tradizionali come il tonno toscano a quelli più ricercati come i tomini di formaggio fuso con cioccolata calda e salsa alla birra. Inoltre, potrete gustare affettati, scegliere tra diversi piatti dedicati al prelibato tartufo nero, dolci gustosi, venticinque etichette di vino e birre artigianali; il tutto contornato da musica jazz.
    Indirizzo: Borgo Santissimi Apostoli, 29/R
  • Amorino panino e vino: se siete di fretta e avete poco tempo perché le cose da visitare a Firenze sono tante, questo locale fa al caso vostro. Oltre ad ottimi panini e schiacciate farcite di ingredienti di prima qualità, sarete immersi in un’atmosfera tipicamente fiorentina.
    Indirizzo: via dei Servi, 16
  • Caffè Cibreo: colazioni, spuntini, aperitivi in un ambiente elegante con soffitto a cassettoni e poltrone in velluto rosso.
    Indirizzo: via Andrea del Verrocchio, 5R

Cena

  • Braciere Malatesta: se siete amanti della carne dovete assolutamente venire a mangiare in questo ristorante. Bistecca fiorentina cotta alla brace a carbone (rara da trovare nel centro della città)! Oltre ai piatti tradizionali vengono rivisitate le antiche ricette, proponendole nel menù con un nuovo profumo innovativo e accattivante qualità.
    Indirizzo: Via Nazionale, 36
  • Trattoria Zà Zà: ristorante che somiglia molto ad una cantina, con diversi piatti che possono soddisfare varie esigenze, non sempre facile da trovare a Firenze (in quanto per sua tipicità spesso vengono proposti piatti a base di carne). La posizione è leggermente decentrata dal centro ma comunque meritevole di una visita.
    Indirizzo: piazza del Mercato Centrale, 26R
  • Brac: se siete amanti della cucina biologica dovete fare assolutamente un salto in questo ristorante. Infatti, rappresenta un punto di riferimento del tutto particolare nel panorama fiorentino: una libreria d’arte contemporanea, caffè e cucina situata nel centro di Firenze, a due passi da piazza Santa Croce, da Palazzo Vecchio e dalla Galleria degli Uffizi. Prodotti 100% naturali e biologici, si basa su una varietà di piatti vegani e vegetariani.
    Indirizzo: via dei Vagellai, 18/R
  • Trattoria Dell’Orto: ambiente cordiale ed accogliente, arricchito da un arredamento rustico ed elegante allo stesso tempo. La cucina del locale è specializzata nella realizzazione di piatti a base di carne, grigliate di verdure miste e di fritture tipiche fiorentine.
    Indirizzo: via dell’Orto, 35

Locali per la sera

  • Eby’s Cafè: famoso per i suoi shot creativi e fantasiosi, gestito da un proprietario che somiglia a Einstein. Vi consigliamo di provare il “sombrero” e il “vortice”.
    Indirizzo: via dell’Oriuolo, 5
  • Rasputin: è un secret bar ispirato agli speakeasy. Infatti, l’indirizzo è segreto (cercate su Facebook), vi diciamo solo che si trova in zona Santo Spirito. Se riuscire a passare la selezione all’ingresso entrerete in un luogo magico con candele e mobili antichi. Vi consigliamo di prendere una rivisitazione del Negroni: il Conte Bianco.
  • Mad Soul’s & Spirits: secondo la guida Lonely Planet è considerato il locale più cool al mondo. Difatti, ripropone una carta di cocktail che ha la caratteristica di presentare solo ricette originali.
    Indirizzo: Borgo San Frediano, 36/R
  • Le volpi e l’uva: è un’enoteca che da venticinque anni porta avanti la sua filosofia di lavorare direttamente con piccole aziende agricole, visitandone una a una e testando i loro prodotti, per capire come lavorano e passare poi l’informazione al cliente.I titolari scelgono quindi prodotti che provengono da agricoltura sostenibile e prediligono vini biologici e biodinamici.
    Indirizzo: piazza dei Rossi, 1/R
  • Fuk: ha la particolarità di offrire prodotti “home made” come bitter al sapore di cannella, liquirizia, arancia, liquori al timo, allo zenzero e altre specialità. Inoltre, la caratteristica di questo locale sono gli alcolati, ovvero profumi spruzzati sopra i cocktail per dare sensazioni olfattive diverse, creando un contrasto tra odore e sapore.
    Indirizzo: via Giuseppe Verdi, 19/R

Milano, due giorni nella capitale mondiale della moda, del design e non solo

Perché spesso si pensa a questa città come grigia e nebbiosa? Per questo, abbiamo deciso di farvi conoscere una Milano diversa, ricca di divertimento, arte e posti da visitare e da esplorare.

Il primo appunto che vi facciamo è di stare attenti all’Area C, per chi decide di utilizzare la macchina come mezzo di trasporto. L’Area C è un’area nel centro storico di Milano soggetta a restrizioni di accesso per alcune tipologie di veicoli. Il weekend non è attiva e nei giorni di Lunedì, Martedì, Mercoledì e Venerdì è attiva dalle 7.30 alle 19.30. Invece, il Giovedì è attiva dalle 7.30 alle 18.00. Per maggiori info cliccate qui.

Finalmente ora arriviamo al dunque. Infatti, vi segnaleremo quello che, secondo noi, è da non perdere sia dal punto di vista culturale che, alla fine, dal punto di vista culinario, tranquillamente da vedere in due giorni.

Primo Giorno:

Duomo e Galleria Vittorio Emanuele

Consigliamo di visitare il duomo di Milano come prima meta, essendo l’icona del capoluogo lombardo e la chiesa più grande d’Italia. Il nostro suggerimento è di salire in cima al Duomo sulle terrazze, per godere di un ottimo panorama su Milano. Ora, rivolgendovi verso il duomo, costeggiate l’omonima piazza sulla sinistra fino ad incontrare Galleria Vittorio Emanuele II. In aggiunta, se avete tempo fermatevi a prendere un caffè da Marchesi 1824, l’antica pasticceria di Milano per eccellenza, rinomata per la splendida offerta di pasticceria e cioccolato a cui si affiancano anche piatti salati.
Orari Cattedrale: tutti i giorni, dalle ore 8.00 alle 19.00 (ultimo biglietto alle ore 18.00). Per info e prenotazioni cliccate qui.

Piazza della Scala

Appena usciti dalla galleria vi troverete in Piazza della Scala dove di fronte a voi si ergerà il bellissimo teatro in cui vi è la possibilità di visitare il museo teatrale o prenotare visite personalizzate (dal lunedì alla domenica).

Via Montenapoleone

Da piazza della Scala percorrendo Via Manzoni incrocerete via Montenapoleone, una, se non la zona più lussuosa di Milano e parte del famoso quadrilatero della moda. Gucci, Bottega Veneta, Dolce&Gabbana, sono solo alcuni dei nomi che avrete il piacere di incontrare camminando. Infine, allungate la passeggiata anche nelle piccole vie che incrociate come via della Spiga o Via San’Andrea.

Giardini Pubblici Indro Montanelli – Porta Venezia

Tornate su via Manzoni e proseguite su via Palestro, quindi entrate nei Giardini Pubblici Indro Montanelli e godetevi una passeggiata in mezzo al verde. Incontrerete alcuni musei e beni architettonici come il famoso museo di Storia Naturale o il Planetario di Ulrico Hoepli, perfetto per chi visita Milano con famiglia e bambini.

Piazza San Babila

Proseguendo diritti in Corso Venezia raggiungerete Piazza San Babila che prende il nome dall’omonima basilica. Potete proseguire per corso Vittorio Emanuele e girare per i vari negozi, fino ad arrivare di nuovo in Piazza Duomo oppure fermarvi per un caffè o un aperitivo alla terrazza di Brian&Berry, in Via Durini 28.

Castello Sforzesco

Assolutamente da visitare è il Castello, un’importante istituzione culturale e uno dei più bei castelli d’Italia, sede del potere prima dei Visconti e successivamente degli Sforza.
Concludiamo dicendovi che l’ingresso al castello è gratuito.

Arco della pace

Attraversando il parco Sempione, uno dei parchi più grandi di Milano, si arriva al famoso Arco della Pace, un arco dedicato alla pace tra le nazioni europee. Nel complesso, questa zona è molto famosa per i locali, bar e ristoranti in cui prendere un aperitivo o bere una birra al tramonto.  Fermatevi per il cosiddetto happy hour all’elegante Deseo, se sarete fortunati avrete l’opportunità di assaggiare la gustosissima cascata di cioccolato.

Per il percorso su Google Maps del primo giorno clicca qui

 

Secondo Giorno:

Brera

La zona di Brera è definita il luogo dallo charme senza tempo, nota per i negozi di antiquariato e i molteplici ristoranti in cui mangiare, è parte della Milano antica. Il nostro consiglio è quello di curiosare nei vicoli, anche quelli più nascosti, per cogliere tutti i dettagli di questa area. Per di più, è da visitare la famosa Pinacoteca di Brera (chiusa il lunedì ma aperta tutti gli altri giorni dalle 8.30 alle 19.15). Inoltre, se avete voglia di passeggiare tra i caratteristici negozietti ve ne proponiamo uno sicuramente degno di nota: Mi Alma Milano, in Corso Garibaldi 71, offre sandali e altri accessori Made in Italy dai più svariati colori e modelli, personalizzabili e allo stesso tempo glamour e unici.

Corso Como

Passeggiate in Corso Como fino a giungere in Piazza Gae Aulenti, inaugurata nel 2012, una delle zone architettonicamente più moderne di Milano e vicina alle Torri Garibaldi, al famoso Bosco Verticale e al palazzo di regione Lombardia.

Navigli e Darsena

I Navigli sono una zona molto frequentata e suggestiva di Milano. Ai lati di entrambi i Navigli ci sono tantissimi locali curiosi ed originali in cui ci si può fermare a pranzare o a bere qualcosa. In realtà, sono molto famosi per la “movida” milanese, infatti almeno una volta al mese ci sono mercati e bancarelle relativi all’antiquariato o ai fiori, assolutamente da non perdere! Inoltre, da vedere anche la zona della Darsena in cui i due Navigli (Naviglio Pavese e Naviglio Grande) si incontrano. Con il bel tempo consigliamo assolutamente di pranzare da Vista Darsena e godersi il relax dello “stare in vacanza”.

Colonne di San Lorenzo

Percorrete Corso di porta Ticinese fino ad arrivare presso le Colonne di S. Lorenzo. Le colonne rappresentano i resti della “Milano Imperiale”.

Via Torino

Proseguendo per le Colonne di San Lorenzo non si può non godere di un buon giro di shopping in via Torino!

Per il percorso su Google Maps del secondo giorno clicca qui

 

 

Tips

Visitare quando si riesce, SU PRENOTAZIONE ANTECEDENTE AL VIAGGIO, al sito https://www.cenacolo.it/ la chiesa di Santa Maria delle Grazie in cui è possibile ammirare il quadro “L’ULTIMA CENA” di Leonardo da Vinci.

Inoltre, per chi invece, decide di visitare Milano con bambini consigliamo di andare all’Orto Botanico di Brera, in Via Brera 28, sicuramente una meta ideale per stare immersi nella natura. In alternativa, per unire l’utile al dilettevole, vi suggeriamo di fare una passeggiata al nuovo quartiere di CityLife,(Fermata Metropolitana: Tre Torri), in quanto il parco durante il weekend brulica di bimbi ed è possibile giocare e stare all’aria aperta, oltre che fare un sano giro di shopping al nuovo mall CityLife. Quindi, potete decidere di mangiare in uno dei ristoranti del centro commerciale e godervi una vista sui nuovi grattacieli ultramoderni di Milano.

Consigli su dove mangiare:

Colazione

LùBar: ormai è la location più trendy del momento. E’ caratterizzato da un arredamento ricercato e scenografico ed è perfetto per chi vuole godersi una colazione immerso nel verde. Specializzato in cibo siciliano.
Indirizzo: via Palestro, 16.

That’sBakery: Qualità garantita, consigliatissimo per un brunch domenicale. Obbligatorio gustare i cupcake esposti in vetrina! La prenotazione è consigliatissima.
Indirizzo: via Vigevano, 41

Gattullo: questa pasticceria vanta la sua qualità dal 1961. Classica, elegante e sfiziosa, assembla innovazione e tradizione alla passione per la pasticceria.
Indirizzo: piazzale di Porta Ludovica, 2

Mint Garden: alcuni di voi potrebbero scambiarlo per un fiorista da quanto è immerso tra fiori, colori e piante. Assolutamente affascinante, ricorda un cafè in Provenza. Quindi..da provare!
Indirizzo: via Felice Casati, 27

Pranzo

Otto: ideale per un break, per rilassarsi e isolarsi dal traffico milanese. Anche i cocktail e le portate sono originali e prelibate. Inoltre, è perfetto anche per coloro che sono vegetariani.
Indirizzo: via Paolo Sarpi, 8

Terrazza Rinascente: Corso Vittorio Emanuele II, ultimo piano de La Rinascente. Chic ed elegante è perfetto per chi vuole godersi un panorama mozzafiato sul Duomo o rilassarsi in un’ottima atmosfera.
Indirizzo: piazza del Duomo

Macha Cafè: lo definiremmo fusion, infatti propone piatti giapponesi rivisitati “all’italiana”. Consigliamo di prendere la bowl al salmone e, per finire, la gustosissima cheescake.
Indirizzo: viale Francesco Crispi, 15

Filippo La Mantia: la Mantia è una garanzia; e questo lo confermano i piatti Siciliani di materia prima ottima.  A proposito, anche il brunch è consigliatissimo, vi innamorerete dell’enorme buffet dei dolci!
Indirizzo: piazza Risorgimento

Cena

Nerino 10: Nerino 10 è un graziosissimo ristorante, che si trova nelle vie del centro storico. Purtroppo non essendo grandissimo, non è possibile andare in tanti ed è assolutamente suggerita la prenotazione. In sintesi, ottimo servizio e ottima cucina!
Indirizzo: via Nerino 10

Osteria dei Binari: sembra un po’ di stare nel mezzo di una foresta.  Difatti, si è immersi nel verde, soprattutto nella veranda. Menù tipico milanese.
Indirizzo: via Tortona 3

Drogherie Milanesi: piatti milanesi delicati e gustosi, con possibilità di prendere anche mezze porzioni. In quello in via S. Marco potete anche rimanere a bere qualcosa al piano di sotto.. non spaventatevi se vi faranno entrare da un armadio!
Indirizzo: via San Marco 29 o via Conca del Naviglio, 7

Pizzeria Starita: classica pizza napoletana, talmente buona che vi sembrerà di essere a Napoli. Infine, provate gli “angioletti” fritti alla nutella.. sicuramente non ve ne pentirete!
Indirizzo: via Gherardini, 1

Il Giardino dei segreti: perfetto per chi ama la carne, infatti la fiorentina non vi deluderà.. e nemmeno l’antipasto di salumi. Da ultimo vi consigliamo di prenotare in veranda.
Indirizzo: via Pasquale Sottocorno, 17

Carlo e Camilla in Segheria: questo affascinante ristorante lo consideriamo davvero ricercato e di altissima qualità, caratterizzato da originalità nei sapori e nell’impiattamento. Situato in un’ex fabbrica e allestito con lunghi tavoli e lampadari di cristallo. Infatti, è consigliato anche solo per un cocktail.
Indirizzo: via Meda, 24

Locali per la sera

Rita: per chi vuole sorseggiare cocktail eccezionali e soprattutto particolari, il Rita è la meta perfetta. Situato in zona Navigli, è una delle icone della MilanodaBere.
Indirizzo: Via Angelo Fumagalli, 1

Gino12: se siete amanti del gin e dei cosiddetti luoghi “esperienziali”, questo è il locale che fa per voi. Inoltre, potete decidere di degustare il cocktail nel giardino interno oppure direttamente al bancone. L’atmosfera è rilassante e il design è studiato per rendere unica la tua serata.
Indirizzo: Alzaia Naviglio Grande, 12

The Spirit: GOOD DRINKS – GOOD VIBES, il claim di “The Spirit” basta a definirne l’essenza. I divani di velluto e l’arredamento lo rendono assolutamente all’altezza delle aspettative.
Indirizzo: Via Piacenza, 15

Bar più piccolo del mondo: Si, avete capito bene, il bar più piccolo del Mondo. Non siete curiosi di andare a scoprirlo?
Indirizzo: Ripa di Porta Ticinese, 43

Dry Milano: l’accoppiata più insolita che ci sia: Pizza + Cocktail. Difatti è ideale per coloro che vogliono assaporare l’atmosfera milanese a 360 gradi con un tocco di originalità.
Indirizzo: Via Solferino, 33/Via Vittorio Veneto, 28

 

Infine, non possiamo che augurarvi una fantastica permanenza e concludiamo col dirvi: Milan l’è un gran Milan!